Trio SSR – Monica Rochira, Marcello Sette, Maria Salvemini

Monte Compatri (RM), Italia

Palazzo Annibaldeschi

6:30 PM

18.30 - Trio SSR - Monica Rochira, Marcello Sette, Maria Salvemini

In collaborazione con l’Associazioen “I Concerti nel Parco”

 

L. V. Beethoven
Trio op. 1 n. 3

P. D. Sarasate
Carmen Fantasy op. 25 (Violino, Maria Serena Salvemini)

S. V. Rachmaninov
Momenti musicali op. 16 n. 1, 4 (Pianoforte, Monica Rochira)

Z. Kodály
Sonata op. 8, Allegro maestoso ma appassionato (Violoncello, Marcello Sette)

Trio SSR
Monica Rochira, pianoforte
Marcello Sette, violoncello
Maria Salvemini, violino
Ingresso 10€

 

Marcello Sette
Nato nel novembre 2000, si è diplomato con il massimo dei voti e la menzione d’onore al conservatorio
N.Piccinni di Bari sotto la guida del Maestro Fiorino. Per tre anni consecutivi dal 2014 è stato nominato
eccellenza del conservatorio. Ha frequentato Master Class di Gustav Rivinius, Julian Steckel, Jerome Pernoo,
Giovanni Gnocchi, Massimo Polidori, Mario Brunello, Enrico Bronzi, Johannes Goritzky. Attualmente si sta
perfezionando all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia con Giovanni Sollima, allo Stauffer Center for Strings
con Antonio Meneses. Fino al 2020 ha studiato con Giovanni Gnocchi alla Scuola di Musica di Fiesole. Nel
2017 presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino è risultato vincitore del “Premio delle Arti” (1° Premio). A
dicembre 2017 si è esibito in Russia nella città di Dmitrov e presso il Conservatorio di Mosca ricevendo
consensi unanimi dal pubblico e dal Direttore del Conservatorio Tchaikovsky. A luglio 2019, invitato da
Beatrice Rana al festival Classiche Forme, si è esibito in Trio in un concerto di musica da camera. Nel 2018 ha
eseguito le Variazioni Rococò di P. Tchaikovsky e Thais dall’opera di J. Massenet in quattro concerti con
l’Orchestra della Città Metropolitana di Bari diretti da suo padre e nel 2019 il concerto di Haydn in Do
maggiore con l’Orchestra ICOM di Monopoli. A luglio 2018 si è esibito in duo con la pianista Erica Sette, sua
sorella, ai Concerti di Mezzogiorno nell’edizione 2018 del Festival dei Due Mondi di Spoleto, dove gli è stata
conferita una borsa di studio.

Maria Serena Salvemini
Maria Serena Salvemini, Molly, ha 16 anni ed è una ragazza speciale. Prima ancora di nascere le viene diagnosticata una grave malformazione per cui consigliano l’aborto terapeutico. Ma la sua mamma, Daniela Carabellese, non ci sta e continua la sua attività concertistica portandola nel grembo. Operata alla nascita, Molly apre per la prima volta gli occhi sulle note di Bach, che ben conosceva! A dieci mesi i primi passi e il primo violino, uno strumento dal quale non si è mai più separata: un violino per la vita!
“Golden Medal with Honours” al prestigioso Vienna International Music Competition, unica italiana premiata, primo premio all’ International Moscow Music Competition, vincitrice di borsa di studio al premio “Claudio Scimone” di Padova, primo premio al concorso Soroptimist International Italia 2021, nel settembre 2022 debutta a Berlino. È stata Invitata dalla prestigiosa Società dei Concerti di La Spezia, a tenere due recital per il Paganini Music Festival, in Liguria nelle terre di Paganini. Nel novembre 2021, ha ricevuto il premio internazionale Medaglia d’oro Maison des Artistes per “la sua encomiabile professionalità artistica di violinista”. Il premio le è stato consegnato in una cerimonia di gala presso l’aula magna dell’Università La Sapienza di Roma.. Ha eseguito, da solista con l’orchestra sinfonica della città metropolitana di Bari, il secondo concerto di Wieniawski al Teatro Petruzzelli di Bari che si può visionare a l link: https://www.youtube.com/watch?v=cu80bh8oR-k. L’evento, trasmesso in streaming ha totalizzato oltre 14000 visualizzazioni da tutto il mondo. Nel 2019 è stata protagonista, come violinista solista con Orchestra Sinfonica diretta dallo svedese Ola Rudner, dell’inaugurazione del Teatro Piccinni di Bari, riaperto al pubblico dopo 10 anni di restauri (https://www.youtube.com/watch?v=Aw6Y2l8c9OA). Su invito del M° Beppe Vessicchio a seguito di una selezione nazionale, ha preso parte alla trasmissione “Prodigi”, andata in onda in prima serata su RAI 1, suonando da solista con orchestra. Nel dicembre 2021 ha eseguito al Teatro Petruzzelli di Bari, in prima esecuzione, da solista con l’orchestra sinfonica della città metropolitana di Bari, il brano “Dove la notte profuma di rugiada”, scritto dal compositore Massimo de Lillo e a lei dedicato, riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica.
Personalità eclettica, tra le sue passioni oltre al violino, vi sono il pianoforte, la ginnastica, la fotografia e la mountain bike. Vincitrice di numerosi primi premi assoluti in concorsi internazionali in qualità di violinista solista (Euterpe, Sarro, Eurorchestra, Ponselle, Wanda Landowska, Vitti, Savino, Mediterraneo, etc.), ha concluso il percorso pre-accademico presso il conservatorio N. Piccinni di Bari, sotto la guida del Maestro Corrado Roselli, con il massimo dei voti e la lode. E’ stata ammessa, in via del tutto eccezionale, a sostenere l’esame di ammissione al triennio Accademico di primo livello presso il Conservatorio Piccinni risultando prima in graduatoria con il punteggio di 100/100. Tale circostanza si è potuta realizzare sulla base di una norma di legge che consente l’accesso anticipato a detti corsi esclusivamente ai talenti precoci benché giovanissimi.
Ha seguito masterclass e corsi di alto perfezionamento con i Maestri Francesco Manara (primo violino del teatro Alla Scala) Giovanni Angeleri (premio Paganini), Felix Ayo, Roberto Noferini, Alessandro Milani (primo violino dell’Orchestra Sinfonica della Rai) Stefano Pagliani, Gabriele Ceci (primo violino del teatro Petruzzelli). È stata selezionata come eccellenza del Conservatorio di Bari per gli anni accademici 2017/18, 2018/19 e 2020/2021 ed invitata a tenere recital solistici presso l’auditorium dello stesso Conservatorio, nell’ambito di diversi progetti (Santa Cecilia, Ombra illuminata, Open day, Omaggio a Giovanni Capaldi, Omaggio a Rosario Scalero, Omaggio a Beethoven, in occasione del 250°’anniversario della nascita).
E’ risultata vincitrice della borsa di studio Rotary Club assegnata alle giovani eccellenze del Conservatorio Piccinni, in qualità di migliore strumentista ad arco e nel 2020, del premio Sveva Classica, con borsa di studio. Si esibisce regolarmente per prestigiose Istituzioni Musicali, come solista, in diverse formazioni cameristiche e come solista con orchestra. Ha tenuto concerti solistici nell’ambito del bando “SIAE s’illumina” presso il nuovissimo auditorium Giovanni Paolo II di Bari, per il Polo Museale regionale presso il Castello Normanno-svevo di gioia del Colle, la prestigiosa rassegna Notti Sacre presso l’auditorium Vallisa. Si è inoltre recentemente esibita, in qualità di primo violino di spalla, con l’Orchestra “Keep in Touch”, composta da 150 elementi, presso il teatro Petruzzelli di Bari, per il festival “Anima Mea” 2018 nonché presso il Teatro San Carlo di Napoli. Nel 2019 ha debuttato come solista con l’Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari eseguendo “Introduzione e Rondò Capriccioso” di S. Saens (https://www.youtube.com/watch?v=7Ni7dOzMv_A). Nel mese di gennaio 2020, è stato pubblicato il suo primo CD da solista per la casa discografica Dodicilune con musiche di Bach, Tartini, Saint-Saëns, Igudesman.
…suona il violino come naturale prolungamento del proprio corpo, con una visione della musica che punta dritto al cuore dell’ascolto…
… ha mostrato un grande controllo dello strumento, dalla dolcezza di un intenso vibrato, le doti di intonazione è una tecnica prodigiosa…
Livio Costarella – La Gazzetta del Mezzogiorno
…Maria Serena Salvemini suona da predestinata, con tecnica feroce e musicalità estrema, confermando tutto il buono che si è già detto è scritto su di lei…
Fabrizio Versienti – Il Corriere della sera
…la violinista pugliese Maria Serena Salvemini, con la straordinaria sicurezza di un virtuosismo di accattivante eleganza per Wieniawski e Sarasate, ha conquistato il primo premio…
Sara Patera – Il Giornale di Sicilia

Monica Rochira
nasce a Foggia nel 1998. Inizia lo studio del pianoforte all’età di undici anni. Viene ammessa due anni dopo al conservatorio Umberto Giordano di Foggia, dove è seguita dal M° Maria Teresa Azzaro durante tutto il percorso pre-accademico. Inizia il primo anno del triennio con il M° Claudio Trovajoli e al secondo anno si trasferisce al conservatorio Niccolò Piccinni di Bari, sotto la guida del M° Pasquale Iannone (con il quale studia tutt’ora), conseguendo la laurea in pianoforte con 100, lode e menzione speciale. Vince concorsi nazionali e internazionali, tra cui: International Competition “Villa La Meridiana” (Santa Maria di Leuca); International Competition for young musicians “A few notes”, (Occhiobello); International Competition “Florestano Rossomandi” (Bovino); Concorso Nazionale Musicale “Città di Scandicci”; Concorso Nazionale per Giovani Musicisti “Città di Trinitapoli”. Tiene concerti in alcune città italiane come Roma, Bari, Foggia, Troia.

Venue Details

Palazzo Annibaldeschi Via Annibaldeschi, 2
Monte Compatri (RM), 00077
Italia