18.30 – ARSKIMERA

Monte Compatri, Italia

Palazzo Annibaldeschi

6:30 PM

18.30 - ARSKIMERA

La Chimera è un animale mitologico con tre teste di animali diversi, ibrido per definizione, spaventoso, immaginifico, inverosimile. Arskimera è un trio composto da flauto traversiere, organo positivo e contrabbasso: ibrido tra sonorità di strumenti antichi e moderni usati in maniera non convenzionale, per dar vita ad esperimenti musicali che spaziano dall’improvvisazione intuitiva a composizioni originali, fino a riadattamenti del repertorio antico, sondando un territorio di ricerca sonora raro e inconsueto. Arskimera nasce nell’aprile del 2018 dal desiderio di Giulio Tosti (organo) di utilizzare l’organo positivo in un contesto sonoro contemporaneo; coinvolgendo in questa ricerca Chiara Strabioli (traversiere) e successivamente Rocco Federico Castellani (contrabbasso). L’attività del trio ha la sua base a Montecompatri grazie alla generosità e il supporto di Romeo Ciuffa e dell’Associazione Musicale “Karl Jenkins”, che mettono a disposizione i locali e gli strumenti per le prove. Nel luglio 2018, Arskimera ha composto musiche per una coreografia ideata da Marialaura Calvano. Attualmente lavora alla composizione di brani a partire da gesti e atmosfere musicali che emergono durante le sessioni di improvvisazione.

 

ARSKIMERA

 

 

 

Giulio Tosti

Giulio Tosti comincia i suoi studi al Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli nella classe del maestro Roberto Canali. Nel 2017 ottiene il diploma di vecchio ordinamento di Organo e Composizione Organistica, riportando il voto di 10/10, lode e menzione speciale della commissione. Nel 2011 insieme al Sassofonista Domenico Vellucci compone le musiche per lo spettacolo “Mirafiori Outlet”, vincitore del Premio della Giuria Artistica al concorso “Giovani realtà del teatro” organizzato dall’accademia di teatro Nico Pepe di Udine nell’edizione del 2012. Frequenta tra Febbraio e Giugno del 2012 i corsi di Organo per Organisti e Seminaristi organizzati dalla Fondazione Varrone di Rieti e tenuti dal maestro Roberto Canali sull’organo Pinchi/Schnitger. Collabora alla realizzazione della messinscena artistica “Opera per Cantalupo” dell’artista romano Paolo William Tamburella, tenutasi a Napoli il 21 Ottobre 2012 in occasione del lancio del nuovo canale di Sky (Sky Arte HD). Nel 2012 accompagna la celebrazione della messa di Pasqua nella Cattedrale di Santa Chiara a Napoli. Partecipa nell’Agosto 2013 all’Accademia Organistica organizzata dal M°. Domenico Severin su molti strumenti situati in Champagne (Francia). Frequenta dal 2013 il corso di Improvvisazione Organistica al Pontificio Istituto di Musica Sacra a Roma sotto la guida del maestro P. Theo Flury , organista titolare del monastero di Einsiedeln in Svizzera e importante figura nel panorama organistico Europeo per ciò che concerne l’Improvvisazione. E’ stato inoltre studente dell’ ESMD (École Supérieure Musique et Danse Nord de France) nella classe d’organo dell’insegnante Sophie Rétaux. Si esibisce in numerosi concerti in Italia (Roma, Napoli, Lago Maggiore), Francia (Saint Omer, Epernay) e Svizzera (Losanna). Tra il Settembre e Dicembre 2017 presta servizio come Professeur d’Orgue nella Scuola di Musica di Comines (Lille, Francia). Ha recentemente avviato un progetto personale di tipo acustico con il nome di Arskimera (organo positivo, flauto traversiere e contrabbasso) che si pone come obiettivo la rielaborazione del repertorio antico e dell’improvvisazione “libera”(derivata dal repertorio di musica contemporanea). Dal 2018 lavora presso l’Istituto Centrale per i Beni Sonori e Audiovisivi (ex Discoteca di Stato), svolgendo la mansione di indicizzatore ed entrando a contatto con la ricchissima e storica collezione di reperti audio storici dell’Istituto (raccolte  etnomusicologiche AELM ed altri..).  Compone musica per organo solo, organo e altri strumenti, musiche per l’immagine e per il teatro. Segue Masterclass e seminari sull’improvvisazione tenuti dal M. Daniele Roccato, spaziando anche nel mondo dell’improvvisazione accostata alla danza contemporanea.  Riceve lezioni da Maestri del calibro di Jean Guillou, Jean- Paul Imbert, Domenico Severin, Sophie Retaux, Thierry Escaich. Nel 2017 ottiene il Primo Premio Ex Aequo al Concorso Internazionale “Xavier Darasse” di Tolosa, ad oggi unico italiano ad aver riportato un Primo Premio in questo concorso . Vince inoltre una delle due Borse di Studio al Concorso Organistico Internazionale Rino Benedet di Bibione (VE) nell’ edizione del 2015 per la categoria degli organisti non diplomati.

Chiara Strabioli

Chiara Strabioli si diploma in flauto traverso nel 2006, presso il Conservatorio di Musica ‘Santa Cecilia’ di Roma, con il massimo dei voti, ricevendo il premio “Via Vittoria” come miglior diplomato dell’anno accademico 2005/06. In quell’occasione le viene affidata l’esecuzione in prima assoluta del brano per flauto solo “Dati recenti” di Francesco Cara. Si perfeziona poi con Chiara Tonelli presso la Scuola di Musica di Fiesole, Firenze, dal 2007 al 2010, con votazione finale di 90/100. Nel 2008 inizia lo studio del flauto traversiere barocco, prima con Giovanni Tardino e in seguito a Zurigo con Claire Genewein; segue corsi di perfezionamento con Marcello Gatti, Andrea Mion, Reinhard Goebel.  Nello stesso tempo intraprende studi di musicologia presso l’Università di Tor Vergata, Roma, conseguendo la laurea triennale nel 2011 con 110 e lode, con una tesi sulla musica e le coreografie di Sarabanda nel XVII secolo in Francia. Nel 2011 lascia l’Italia per specializzarsi in flauto traversiere presso il Dipartimento di Musica Antica del Koninklijk Conservatorium di Bruxelles, Belgio, sotto la guida di Barthold Kuijken e Frank Theuns. Qui, nel giugno 2014 ottiene il Bachelor degree (Distinction). Nel giugno 2016 consegue con ottimi voti (Great Distinction) il Master degree con Frank Theuns presso lo stesso conservatorio, ed è vincitrice della borsa di studio come miglior diplomato dell’anno 2015/16 (concerto di premiazione 14/11/17).

Dal 2005 svolge un’intensa attività concertistica come flautista, sia come solista che in formazioni cameristiche e orchestrali, affrontando un repertorio che spazia dalla musica antica eseguita su strumenti dell’epoca (barocco, classico) al repertorio contemporaneo. Collabora con numerose orchestre e gruppi cameristici romani: Roma Sinfonietta, con la quale, oltre a numerosi concerti in Italia, ha partecipato alle tournée in Messico (Città del Messico, Monterrey, Guadalajara 2008), in Cile e in Brasile (Santiago, San Paolo 2008) per “Morricone Musica per Film”, dirette dal M° Ennio Morricone; Orchestra giovanile Uto Ughi; Nuovo Gruppo Musica d’Oggi, con repertorio contemporaneo (Alghero 2008; esecuzione in prima assoluta di “Omaggio a Marinelli”di Aldo Clementi, Roma, Accademia di Danza 2007; Arcavagata 2007); Ensemble Nino Rota (Auditorium Parco della Musica 2009, 2010); Orchestra Italiana del Cinema; lavorando sotto la direzione di maestri come Ennio Morricone, Nicola Piovani, Lu Ja, Francesco Lanzillotta. Dal 2009 affianca una crescente attività concertistica come flautista barocca in Italia e all’estero (Belgio, Paesi Bassi, Germania, Francia, Giappone), in diverse formazioni orchestrali ed ensemble cameristici. Collabora stabilmente con la Cappella Musicale Enrico Stuart nelle stagioni di concerti a Montecompatri e Grottaferrata. Dal 2012 suona con l’ensemble di musica antica Spirale Armonica (BOZAR Watteau Leçon de musique, Bruxelles 2013; MIM, Bruxelles 2014; Fringe festival, Utrecht 2014; CPE Bach Symposium, Bruxelles 2015) di cui è membro fondatore. Dal 2014 fa parte del Trio Wendling, trio di flauti traversi storici, dal barocco al moderno (Fringe festival,Utrecht 2015; FestivalScienza, Cagliari, 2015). Nel marzo 2016 ha partecipato al tour internazionale (Giappone: Tokyo Opera House, Yokohama; Paesi Bassi: Amsterdam Concertgebouw; Belgio: Leuven) con ‘La Petite Bande’, sotto la direzione di Sigiswald Kuijken. Nel 2018 ha collaborato con le orchestre su strumenti storici ‘Le coin du roi’ e ‘Atalanta Fugiens’(Milano). Recentemente si è avvicinata all’improvvisazione intuitiva, seguendo corsi con il M° Daniele Roccato, e dando vita insieme all’organista Giulio Tosti e al contrabbassista Rocco Federico Castellani al gruppo Arskimera.

Dal 2007 svolge un’intensa attività come insegnante presso molte scuole e associazioni della provincia di Roma (Monteporzio Catone, Frascati, Zagarolo, Grottaferrata, Colonna). Insegna flauto traverso moderno, flauto traversiere, propedeutica al flauto traverso per bambini con il sistema Fife, flauto dolce di base. Ha svolto supplenze per la cattedra di Flauto presso le scuole medie musicali ‘A. Mariani’ di Velletri (RM) (a.s. 2016/17) e ‘G. Rossini’ di Villaggio Prenestino, Roma (a.s. 2017/18).

Rocco Federico Castellani

 Nel 2010 frequenta il conservatorio B.Maderna di Cesena iniziando gli studi classici di contrabbasso, prima di iscriversi, nel 2011, al Liceo Artistico e Musicale di Forlì, dove nel 2016 di diploma a pieni voti. In ambito orchestrale ha suonato sotto la direzione di maestri come Filippo Maria Bressan, Alessandro Cadario e Alexandre Lonquich, collaborando con l’orchestra Bruno Maderna di Cesena e L’orchestra Nazionale dei Conservatori Italiani.

Parallelamente al liceo musicale frequenta la scuola di Claudia Castellucci a Cesena (Socìetas Raffaello Sanzio), dove ha modo di assimilare i linguaggi dell’arte e della musica contemporanea attraverso la danza, la recitazione e l’improvvisazione teatrale. La sua formazione in quest’ambito durerà fino al 2015.

Nell’estate del 2015 frequenta le clinics di Umbria Jazz Festival.

Nel 2016 viene ammesso al triennio accademico di contrabbasso presso il conservatorio di musica Santa Cecilia di Roma, nella classe del maestro Daniele Roccato. Da questo momento, oltre a proseguire negli studi classici del contrabbasso, inizia il suo approccio alla musica contemporanea e all’improvvisazione.

Dal 2017 è membro dell’ensemble Ludus Gravis, ensemble di prestigio internazionale fondato dal compositore e contrabbassista Stefano Scodanibbio, e dal Maestro Daniele Roccato, dedito all’esecuzione di musica contemporanea, all’improvvisazione e alla rielaborazione di musica rinascimentale. Con l’ensemble si esibisce in festival come “Cantieri dell’immaginario” a L’Aquila, dove contribuirà a dar vita all’opera “Assedio – Frammenti di Reportage”, in collaborazione con RAI News 24 e Lucia Goracci. Il progetto ha coinvolto l’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretta dal Maestro Tonino Battista. In seguito partecipa al festival internazionale “Una striscia di terra feconda” all’auditorium Parco della Musica a Roma, con il progetto “Requiem”, collaborando con maestri assoluti dell’improvvisazione come il già citato Daniele Roccato, il violinista Domiminique Pifarély e il percussionista Michele Rabbia.

Nell’ambito dell’improvvisazione, oltre ad aver avuto l’onore di suonare con i maestri già citati, ha avuto modo di perfezionarsi, tramite masterclass e seminari con improvvisatori come Roscoe Mitchell, Seijiro Murayama, Bruno Chevillon, Marc Ducret, Fabrizio Ottaviucci.

Nel 2018 fonda, con l’organista Giulio Tosti e la flautista Chiara Strabioli, l’ensemble Arskimera, dedito all’improvvisazione intuitiva e radicale.

 

Venue Details

Palazzo Annibaldeschi Via Annibaldeschi, 2
Monte Compatri, Italia 00077