M. Di Chio & N. Pignatiello, viola da gamba & tiorba

Monte Compatri (RM), Italia

Palazzo Annibaldeschi

6:30 PM

18.30 - M. Di Chio & N. Pignatiello, viola da gamba & tiorba

Diego Ortiz   (1510-1570)
Recercadas primera y tercera sobre el Canto llano
Recercada  sobre la Romanesca

Andrea Falconieri (1585-1626)
La suave melodia

Hieronimus Kapsberger  (1580-1651)
Toccata IX e X    (adattamento per viola da gamba dall’originale per tiorba)
Canzona I°
Toccata I°

Marin Marais (1656-1728)
Suite dal II libro dei Pieces de viole
Prelude, Allemande, Courante, Sarabande en rondeau, Gigue

Robert De Visee (1650-1725)
Due Trascrizioni d’epoca dalle opere di J B. Lully:
Entree d’Apollon
Marche pour la cérémonie des Turcs

INTERVALLO

Benedetto Marcello (1686-1739)

Sonata Sesta – (adattamento per viola da gamba dall’originale per violoncello)
Adagio, Allegro, Grave, Allegro

Robert de Visee (1650-1725)
Due trascrizioni d’epoca da brani originali per clavicembalo di F. Couperin
Les baricades misteriouses
Les Sylvains

Antoine Forqueray  (1672-1745)
La Dubreuil
La Portugaise

Antonio Vivaldi (1678-1741)
Sonata Quinta (RV 40)
(adattamento per viola da gamba dall’originale per violoncello)
Largo, Allegro, Largo, Allegro

MAURIZIO DI CHIO, viola da gamba
NICOLA PIGNATIELLO, tiorba
Ingresso 10€

Maurizio di Chio è’ nato a Roma, dove ha conseguito i diplomi di chitarra classica e di viola da gamba presso il Conservatorio ‘Santa Cecilia’ e la Laurea specialistica in Musicologia e Beni musicali presso l’Università ‘Tor Vergata’ con una tesi in Filosofia della Musica riguardante gli aspetti estetici e interpretativi del repertorio per vihuela de mano. Ha compiuto gli studi di chitarra sotto la guida di Claudio Dall’Albero e Giuliano Balestra e, attratto dalla musica antica, si è dedicato alla vihuela e allo studio del repertorio del Cinquecento spagnolo seguendo i corsi di perfezionamento di Hopkinson Smith. Ha curato parallelamente lo studio della viola da gamba e della prassi esecutiva del suo repertorio con Paolo Pandolfo, Carlo Denti e Bruno Re, conseguendo il primo diploma in tale strumento presso il Conservatorio ‘Santa Cecilia’.
La sua attività è sempre stata caratterizzata da un’attenta ricerca musicologica condotta sui trattati antichi e volta a far conciliare scelte filologiche e interpretative. Svolge attività concertistica da solista, in duo, in trio, presentando spesso programmi originali nei quali ripropone l’uso delle diminuzioni secondo le prassi esecutive usate anticamente. Collabora frequentemente anche con organici più ampi. Ha partecipato a numerose rassegne musicali in Italia, Spagna, Turchia, Corea e ha suonato per importanti istituzioni (‘Settimane musicali’ di Stresa, Dipartimento di Musicologia della II Università di Roma ‘Tor Vergata’, Real Conservatorio di Siviglia, Real Conservatorio di Malaga, Università di Seoul, Honam University di Kwangiju, Festival Barocco di Viterbo, Università ‘La Sapienza’ di Roma, Teatro ‘La Pergola’ di Firenze…) riscuotendo ovunque unanimi consensi di pubblico e di critica. Affianca all’attività concertistica quella didattica presso licei musicali, scuole medie ad indirizzo musicale e conservatori. Ha inciso per la Centaur Records.

Nicola Pignatiello si è diplomato in chitarra con lode e menzione d’onore sotto la guida del M° Domenico Ascione presso il Conservatorio U. Giordano di Foggia.

Contemporaneamente si è laureato in Lettere Classiche presso l’Università degli Studi di Foggia. In seguito ha continuato gli studi per due anni in Olanda dove ha conseguito, cum laude, il Master of Music con il M° Carlo Marchione presso il Conservatorium Maastricht.
Negli ultimi anni si è specializzato in strumenti antichi con una laurea in liuto rinascimentale e tiorba sotto la guida di Andrea Damiani.
Ha insegnato chitarra per cinque anni presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma ed è di ruolo presso il Liceo Musicale “Giordano Bruno”, sempre a Roma.
Come solista è risultato vincitore di varie competizioni nazionali ed internazionali, tra le quali il Concorso Internazionale Città di Barletta, il Concorso “Antonio Legrottaglie” di Ostuni, il Concorso “GiulioRospigliosi” di Lamporecchio, Concorso Lecce “Città del Barocco“. All’attività solista ha sempre affiancato vari progetti di camerista in duo e quartetto di chitarre, in duo con flauto e in orchestre da camera.
Assieme a Daniele Sardone forma il Duo Scarlatti, duo di chitarre al quale alcuni dei maggiori compositori odierni (M. Pisati, D. Bogdanovic, A. Gilardino) hanno dedicato nuove opere per chitarra.
Si è esibito nelle principali capitali europee (Londra, Amsterdam, Copenaghen, Madrid, Ginevra, Atene), negli Stati Uniti e in Canada. in diversi Festivals (Brescia Chitarra, Festival di Lagonegro, Claxica Bologna, Aalborg Guitar Festiival, Encuentro Internacional Ciudad de Majadahonda).
Ha registrato per la Rai e RadioTre presso il Quirinale con il quintetto MishMash, storico gruppo impegnato nella world music.

Venue Details

Palazzo Annibaldeschi Via Annibaldeschi, 2
Monte Compatri (RM), 00077
Italia