Nicola Procaccini, clavicembalo – J. Ph. Rameau & J. S. Bach

Monte Compatri (RM), Italia

Palazzo Annibaldeschi

6:30 PM

18.30 - Nicola Procaccini, clavicembalo - J. Ph. Rameau & J. S. Bach

L’ingresso al concerto è possibile ESCLUSIVAMEMTE previa prenotazione al 339.27.48.814. Posti limitati: 25. Ingresso solo con mascherina. Posti a sedere distanziati.

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)

Toccata in mi minore BWV 914 

Suite BWV 816 
Allemande, Courante, Sarabande, Gavotte, Bourrée, Loure, Gigue 

Preludio e Fuga re maggiore Bwv 874 

 

Jean-Philippe Rameau (1682 – 1764)

Da Premier Livre de pièces de clavecin, 1706
Prelude
Da Nouvelle suites de pièces de clavecin, 1727
Allemande, Courante, Sarabande, Gavotte et 6 Doubles

NICOLA PROCACCINI, clavicembalo

Biglietto 10€

Nicola Procaccini nasce a S. Elpidio a Mare nel 1995. Inizia l’apprendimento della musica all’età di cinque anni sotto la guida del fisarmonicista M° Corrado Rojaç, allora docente presso il Conservatorio G. B. Pergolesi di Fermo.
Successivamente è ammesso alla classe di fisarmonica del M. Riccardo Centazzo nel medesimo conservatorio.
Contemporaneamente matura un interesse vivissimo per gli organi storici presenti in gran numero nella sua regione, strumenti preziosi che, assieme alla fisarmonica, altro strumento tipicamente marchigiano, lo avevano avvicinato alla musica.
Entra così nelle classi di Tastiere Storiche e di Organo, presso il conservatorio fermano, tenute rispettivamente dal M° Adriano Dallapé e dal M° Simonetta Fraboni. Nel 2015 consegue la laurea triennale con massimo dei voti, lode e menzione d’onore. Prosegue attualmente i suoi studi nella classe del M° Wolfgang Zerer presso la Hochschule für Musik und Theater di Amburgo. Nell’ottobre 2018 gli è stata conferita la borsa di merito della Fondazione Berenberger, destinata ai migliori studenti della Hochschule für Musik und Theater di Amburgo. In occasione della consegna del premio, Nicola Procaccini si è esibito da solista al clavicembalo nella sala di musica da camera della Elbphilarmonie di Amburgo.
La sua attività concertistica da solista lo ha portato a suonare prestigiosi organi storici quali il celebre strumento della chiesa di St. Jakobi ad Amburgo, St. Jakobi di Lubecca, l’organo monumentale di Friedrich Stellwagen del 1665 presso la chiesa di S. Maria a Stralsund. Nel giugno 2018 è stato invitato a suonare un programma monografico con musiche di Hans Leo Hassler nella rassagna di concerti “fringe” del “Boston Early Music Festival” (Boston, USA). L’attività come continuista lo ha portato ad esibirsi in occasione di festival di musica antica internazionali quali il festival di Urbino, Oude Mouziek Utrecht e il festival Resonanzen della Konzerthaus di Vienna.
Vincitore del prestigioso “Buxtehude Wettbewerb 2018” di Lubecca, competizione le cui prove si svolgono sui celebri strumenti storici della scuola tedesca del Nord di Lubecca ed Amburgo, è stato finalista di concorsi internazionali e ha conseguito il secondo premio al concorso “Agati-Tronci international Competition 2017” di Pistoia.
La collaborazione con il musicologo e organologo Prof. Paolo Peretti lo ha portato ad interessarsi vivamente alle antiche fonti musicali marchigiane: ha pubblicato in edizione moderna le opere vocali di Giuseppe Spoglia (1647 – 1703), in appendice alla monografia di Paolo Paoloni sul compositore tolentinate di scuola romana.

Venue Details

Palazzo Annibaldeschi Via Annibaldeschi, 2
Monte Compatri (RM), 00077
Italia